Ricerca nel sito


Si tratta di una bellissima grotta di scorrimento lavico generatasi con l'eruzione del 1971 sul versante est dell'Etna. L'inizio del sentiero si trova nei pressi del rifugio Citelli. Partendo dallo spiazzale di fronte al rifugio foto del percorso che arriva alla grotta di SerraCozzo - Etna:  spiazzale di fronte al rifugio, percorrete la strada asfaltata da cui siete venuti per alcune decine di metri, fino ad incontrare l'ingresso del tracciato foto del percorso che arriva alla grotta di SerraCozzo - Etna: l'ingresso del tracciato, indicato anche da un segno di vernice rossa nel guard-rail. Percorriamo il primo tratto del tracciato in un boschetto di faggi, betulle e pini foto del percorso che arriva alla grotta di SerraCozzo - Etna: boschetto di faggi, betulle e pini, seguendo i segnali di vernice rossa sul tracciato fino alla fine del bosco, dove è presente un bivio foto del percorso che arriva alla grotta di SerraCozzo - Etna: dove è presente un bivio: a destra, si va verso monte Frumento delle Concazze e la colata del 1928, il cui tracciato è descritto nel sentiero "Concazze". Dritto (notate il bastone in fondo alla foto), si va verso la grotta di Serracozzo.

Durante il percorso, si alternano tratti di bosco, tratti sabbiosi e alcuni canaloni in pietra lavica foto del percorso che arriva alla grotta di SerraCozzo - Etna: canaloni in pietra lavica dove scorrono le acque di scioglimento delle nevi in primavera. Alcuni tratti sono stati levigati dall'acqua foto del percorso che arriva alla grotta di SerraCozzo - Etna: sono stati levigati dall'acqua, assumendo forme e colori molto particolari. In altri punti si nota una pietra particolare, il cui nome dialettale è "pietra cicirara" foto del percorso che arriva alla grotta di SerraCozzo - Etna:, per i pallini bianchi al suo interno che ricordano dei ceci.

Dopo circa 2 km, si giunge al cratere al cui interno si trova la grotta foto del percorso che arriva alla grotta di SerraCozzo - Etna: si giunge al cratere al cui interno si trova la grotta. L'ingresso è un'apertura un pò bassa; prestate MOLTA attenzione al soffitto della grotta, che presenta degli spigoli aguzzi MOLTO PERICOLOSI. L'ideale sarebbe portare con sè degli ELMETTI PROTETTIVI e delle torce. Una volta dentro, la grotta si presenta in tutto il suo splendore foto del percorso che arriva alla grotta di SerraCozzo - Etna: si presenta in tutto il suo splendore: le aperture sul tetto fanno entrare una luce che illumina il luogo in modo meraviglioso, evidenziando sui fianchi della grotta le striature lasciate dalla lava durante lo scorrimento. Dopo alcune decine di metri l'altezza della grotta si riduce, rendendo necessario avanzare carponi. Consigliamo di spingersi oltre la zona illuminata SOLAMENTE alle persone munite di attrezzature adatta (ripetiamo, torce e caschetti). Potete scaricare le foto della grotta e il tracciato GPX nella sezione dedicata agli utenti registrati.
Qui è possibile proseguire lungo il sentiero di Serracozzo per chiudere un bellissimo percorso ad anello e tornare al rifugio Citelli



5 1 1 1 1 1 Rating 5.00 (3 Votes)