Ricerca nel sito


La Grotta Cassone si trova lungo la strada che da Zafferana porta al Rifugio Sapienza, a Piano del Vescovo. Fu scoperta nel 1964 durante la costruzione della strada, la sua formazione risale all'eruzione del 1792. Ha dunque oltre 200 anni e li dimostra tutti, come vedremo durante la sua esplorazione. Come tutto attorno all'Etna, anche le grotte nascono, vivono e quindi muoiono per vari motivi.

Lasciamo dunque l'auto nello stesso punto foto della Grotta Cassone - Etna: nello stesso punto da cui parte il sentiero dell'Acqua Rocca degli Zappini e risaliamo la strada per poche decine di metri, fino a trovare l'ingresso alle spalle di un guard-rail foto della Grotta Cassone - Etna: alle spalle di un guard-rail, ovviamente non è indicata in nessun modo, non sia mai che qualche turista la volesse visitare da solo.

All'ingresso si trova una protezione per evitare di passare al di sotto di un tratto della volta che sta per crollare foto della Grotta Cassone - Etna: tratto della volta che sta per crollare. Raccomandiamo di indossare il casco con una torcia per proteggere la testa e illuminare il percorso. Sulle parti intatte del soffitto sono presenti degli accenni di concrezioni foto della Grotta Cassone - Etna: accenni di concrezioni sugli spuntoni lavici, ma in altri punti sono presenti delle spaccature con evidenti crolli foto della Grotta Cassone - Etna: spaccature con evidenti crolli e distacchi di grossi massi foto della Grotta Cassone - Etna: grossi massi dal tetto.

In alcuni anfratti del tetto si trovano dei simpaticissimi pipistrelli foto della Grotta Cassone - Etna: simpaticissimi pipistrelli, che troviamo appesi anche su parti lisce del soffitto foto della Grotta Cassone - Etna: su parti lisce del soffitto. Vi raccomandiamo di NON USARE FLASH per fare le foto, a costo di ottenere immagini un pò sfocate.

Le cause dei crolli dal tetto sono molteplici. Le radici delle piante soprastanti foto della Grotta Cassone - Etna: radici delle piante soprastanti sono giunte fino a qui, spaccando letteralmente il terreno. Le infiltrazioni d'acqua entrano tra gli strati lavici foto della Grotta Cassone - Etna: entrano tra gli strati lavici, erodendoli come se fosse intonaco. In gran parte della grotta sono presenti profonde lesioni sul soffitto foto della Grotta Cassone - Etna: profonde lesioni sul soffitto: il suo destino è dunque segnato, come tutte le grotte di scorrimento lavico è destinata a crollare o ad essere ricoperta da una nuova eruzione. Le dimensioni e la lunghezza della grotta sono notevoli, è possibile stare in piedi foto della Grotta Cassone - Etna: stare in piedi lungo quasi tutto il percorso. La fine del percorso arriva improvvisa, nel punto da cui sgorgava il magma foto della Grotta Cassone - Etna: nel punto da cui sgorgava il magma.



5 1 1 1 1 1 Rating 5.00 (4 Votes)