Booking.com

Ricerca nel sito


Il faraglione di Hviserkur deve la sua popolarità ad una interessante leggenda e il suo nome a qualcosa di molto meno nobile.

Si tratta di una formazione basaltica, quasi sicuramente un enorme dicco, un muro di lava intrufolatosi in mezzo a roccia più friabile.

Una volta caduta la roccia friabile, ciò che resta sono queste formazioni. Sull'Etna i dicchi più belli si trovano nella Valle del Bove. Dal sentiero di Serracozzo si osservano delle formazioni molto simili in fondo alla valle.

La leggenda vuole che si tratti di un troll a forma di drago, uscito dalla tana per punire gli abitanti di un villaggio vicino. Purtroppo fece male i conti e fu sorpreso dalla luce solare, che lo pietrificò.

Il nome Hviserkur vuol dire invece "camicia da notte bianca" ed è dovuto al poco nobile guano che lo ricopre in parte, dandogli un colore appunto biancastro.

Lasciamo dunque l'auto al parcheggio. Verso la spiaggia parte un comodo sentiero Faraglione di Hvitserkur e foche di Hindisvik: Verso la spiaggia parte un comodo sentiero, ma se si vuole arrivare al punto panoramico Faraglione di Hvitserkur e foche di Hindisvik: punto panoramico occorre prendere un sentiero analogo che parte alla sinistra del parcheggio Faraglione di Hvitserkur e foche di Hindisvik: sinistra del parcheggio. Da qui si può scendere in spiaggia su un sentiero ripido e scivoloso Faraglione di Hvitserkur e foche di Hindisvik: un sentiero ripido e scivoloso, se non ve la sentite vi suggeriamo di tornare indietro e scendere verso la spiaggia.

Il faraglione si presta ad essere fotografato da vicino Faraglione di Hvitserkur e foche di Hindisvik: fotografato da vicino e da lontano con il riflesso sul mare Faraglione di Hvitserkur e foche di Hindisvik: riflesso sul mare. Prestate attenzioni agli orari per l'alta e bassa marea se volete fare la passeggiata sulla spiaggia nera Faraglione di Hvitserkur e foche di Hindisvik: sulla spiaggia nera dove potete osservare anche varie specie di uccelli (gabbiani e sterne artiche principalmente) che nidificano sulla scogliera Faraglione di Hvitserkur e foche di Hindisvik: nidificano sulla scogliera.

Arriviamo di fronte alla baia, dove numerose foche riposano sonnolente Faraglione di Hvitserkur e foche di Hindisvik: numerose foche riposano sonnolente. Da qui si può risalire agevolmente verso il parcheggio Faraglione di Hvitserkur e foche di Hindisvik: risalire agevolmente verso il parcheggio.

State attenti a non imboccare il sentiero che parte esattamente dietro il punto di avvistamente delle foche, che porta al punto di ristoro e non al parcheggio delle auto.


5 1 1 1 1 1 Rating 5.00 (1 Vote)