Ricerca nel sito



Ci incamminiamo per quella che è sicuramente la tappa più semplice del trekking: poco meno di 20 km con pendenza regolare fino a monte Palestro, tutto all'interno della pista Altomontana.

Partiamo dal rifugio Mons Gibel - Guya Trekking 2011 - Terza tappa - Etna: Partiamo dal rifugio e riprendiamo il percorso nella pista altomontana Mons Gibel - Guya Trekking 2011 - Terza tappa - Etna: pista altomontana, con i paesaggi che si alternano tra boschi Mons Gibel - Guya Trekking 2011 - Terza tappa - Etna: boschi e deserti lavici Mons Gibel - Guya Trekking 2011 - Terza tappa - Etna: deserti lavici. Nei pressi del rifugio di Monte Scavo Mons Gibel - Guya Trekking 2011 - Terza tappa - Etna: rifugio di Monte Scavo osserviamo delle antiche colate che hanno formato delle enormi dagale Mons Gibel - Guya Trekking 2011 - Terza tappa - Etna: enormi dagale (isole di vegetazione circondate dalla lava); subito dopo passiamo accanto alla Grotta di Monte Nunziata Mons Gibel - Guya Trekking 2011 - Terza tappa - Etna: Grotta di Monte Nunziata, esplorabile solamente con l'attrezzatura adeguata e inaspettatamente troviamo anche qualche betulla Mons Gibel - Guya Trekking 2011 - Terza tappa - Etna: qualche betulla, evidentemente non si trovano solo nei pressi dei monti Sartorius.

Superiamo rapidamente sia il rifugio di Monte Palestro Mons Gibel - Guya Trekking 2011 - Terza tappa - Etna: rifugio di Monte Palestro che quello della Galvarina Mons Gibel - Guya Trekking 2011 - Terza tappa - Etna: della Galvarina, diamo un'ultimo sguardo verso valle Mons Gibel - Guya Trekking 2011 - Terza tappa - Etna: sguardo verso valle nel deserto lavico prima di entrare dentro la pineta Mons Gibel - Guya Trekking 2011 - Terza tappa - Etna: dentro la pineta e raggiungere il rifugio di San Giovanni Gualberto Mons Gibel - Guya Trekking 2011 - Terza tappa - Etna: rifugio di San Giovanni Gualberto, struttura della forestale normalmente non utilizzabile dagli escursionisti, gentilmente messa a disposizione del nostro gruppo per l'occasione.

Questa tappa è trascorsa in modo quasi rilassante; il percorso risulta molto panoramico e meno impegnativo dei precedenti. Possiamo dunque riposare prima dell'ascesa finale verso i crateri sommitali.



5 1 1 1 1 1 Rating 5.00 (3 Votes)

Login