Ricerca nel sito


Il percorso parte dal rifugio Vallesinella Dolomiti di Brenta, rifugi Vallesinella, Casinei e Brentei: rifugio Vallesinella (in estate l'accesso con auto non è libero, controllate il sito http://www.pnab.it/vivere-il-parco/come-muoversi/con-la-mobilita-del-parco/mobilita-vallesinella.html).
Partiamo in direzione delle cascate alte, seguendo il sentiero 382, nel bosco Dolomiti di Brenta, rifugi Vallesinella, Casinei e Brentei: nel bosco. Ci avviciniamo al fiume Dolomiti di Brenta, rifugi Vallesinella, Casinei e Brentei: al fiume proveniente dalle cascate Dolomiti di Brenta, rifugi Vallesinella, Casinei e Brentei: dalle cascate, che raggiungiamo in breve tempo. La salita è davvero affascinante, il rumore dell'acqua domina le scalinate in legno realizzate per consentirci di apprezzare al meglio il percorso.

Arrivati in cima Dolomiti di Brenta, rifugi Vallesinella, Casinei e Brentei: in cima giriamo a destra, in direzione del rifugio Casinei Dolomiti di Brenta, rifugi Vallesinella, Casinei e Brentei: rifugio Casinei (sentiero 317b), che raggiungiamo dopo circa 3,5 km e 300 metri di dislivello in salita. Mangiamo una delle migliori torte della settimana (crostata alla ricotta) e ripartiamo in direzione del rifugio Brentei sul sentieri 318. Il percorso è in salita costante, senza strappi, lentamente si lascia alle spalle il bosco e ci immerge dentro le dolomiti di Brenta Dolomiti di Brenta, rifugi Vallesinella, Casinei e Brentei: dolomiti di Brenta. Lungo il percorso si trova anche una piccola galleria Dolomiti di Brenta, rifugi Vallesinella, Casinei e Brentei: piccola galleria scavata durante la prima guerra mondiale.

Siamo ormai dentro le dolomiti, superiamo una parete ancora innevata e arriviamo al Brentei Dolomiti di Brenta, rifugi Vallesinella, Casinei e Brentei: arriviamo al Brentei. Peccato per la giornata non ottima, i colori della roccia Dolomiti di Brenta, rifugi Vallesinella, Casinei e Brentei: i colori della roccia sarebbero stati ancora più belli. Raggiungiamo il rifugio dopo oltre 7 km e circa 700 metri dislivello dalla partenza. Mangiamo bene ma un pò pesante e ripartiamo in direzione dei rifugi Casinei e Vallesinella.

Per il ritorno decidiamo di percorrere una strada diversa, tramite il sentiero 391 Dolomiti di Brenta, rifugi Vallesinella, Casinei e Brentei: tramite il sentiero 391. Il percorso è sicuramente più faticoso e anche leggermente più esposto. Nella prima parte si trova una ripida discesa sulla ghiaia Dolomiti di Brenta, rifugi Vallesinella, Casinei e Brentei: discesa sulla ghiaia, quindi prosegue tranquillo Dolomiti di Brenta, rifugi Vallesinella, Casinei e Brentei: prosegue tranquillo fino ad alcuni punti attrezzati con le catene Dolomiti di Brenta, rifugi Vallesinella, Casinei e Brentei: attrezzati con le catene. In uno di questi punti, il sentiero è praticamente crollato Dolomiti di Brenta, rifugi Vallesinella, Casinei e Brentei: il sentiero è praticamente crollato. Abbiamo visto davanti a noi una ragazzina bloccarsi totalmente in questo punto, dunque valutate bene prima di scegliere quest'itinerario.

Una volta affrontanto questo tratto, entriamo nel bosco Dolomiti di Brenta, rifugi Vallesinella, Casinei e Brentei: entriamo nel bosco e raggiungiamo nuovamente il rifugio Casinei Dolomiti di Brenta, rifugi Vallesinella, Casinei e Brentei: il rifugio Casinei e da qui giù in discesa Dolomiti di Brenta, rifugi Vallesinella, Casinei e Brentei: giù in discesa verso il rifugio Vallesinella Dolomiti di Brenta, rifugi Vallesinella, Casinei e Brentei: rifugio Vallesinella tramite il sentiero 317. In pratica abbiamo percorso una sorta di "otto": partenza da Vallesinella, incrocio al Casinei, arrivo al Brentei, percorrendo sempre sentieri diversi tra andata e ritorno. Complessivamente, abbiamo percorso oltre 14 km, con circa 800 metri di dislivello in salita e altrettanti in discesa.



5 1 1 1 1 1 Rating 5.00 (3 Votes)