Servizio traghetti Sicilia a cura di Traghettilines

Ricerca nel sito



Ed eccoci qui, nel Landmannalaugar. Uno dei posti più incredibili che abbiamo visto in Islanda, casualmente lasciato come ultima tappa del nostro viaggio. Gli scenari e i colori che incontreremo durante il trekking verso il Brennisteinsalda sembrano creati per un film di fantascienza e sono alla portata di tutti gli escursionisti, a patto di essere in possesso di alcune informazioni.

Diciamo subito che da qui si possono fare svariati trekking. Chi non vuol fare la traversata di 4/5 giorni fino a Porsmork, può fare il trekking riportato da noi. Il percorso può essere fatto in giornata, senza bisogno di pernottare nel rifugio (circa 80 euro a persona per un posto letto in camerata) o nel campeggio che è un luogo che non esito a definire ostile, quasi osceno.

Il campeggio infatti è costoso e poco attrezzato. Le docce con l'acqua calda sono a pagamento, circa 5 euro (ma pensate che alcuni per non pagare si lavano nella pozza di acqua termale all'esterno...), non c'è cucina, non c'è corrente, per ricaricare un telefono mi pare ci abbiamo chiesto 8 euro.
C'è una sorta di spaccio su un bus dove vendono la merce a prezzi esorbitanti, tipo 7 euro per una lattina di birra che in altri posti costava 1 euro.

Se volete quindi seguire il nostro percorso, potete tranquillamente usare la vostra auto (deve essere sempre una 4X4), parcheggiarla prima del fiume e incamminarvi a piedi fino al punto di partenza. Se non avete l'auto, potete usare i bus che vi portano qui proprio per l'escursioni in giornata, ma sono parecchio costosi come tutto in Islanda.

L'attrattiva principale della zona è il Brennisteinsalda, un vulcano il cui nome vuol dire letteralmente "Onda di Zolfo", con i suoi fianchi incredibilmente colorati. Il modo più semplice per raggiungerle è quello di fare il nostro trekking al contrario, partendo non da dietro il rifugio ma dalla zona in cui in estate si trovano i cavalli.

Noi proponiamo un giro più lungo e leggermente più impegnativo che porta anche in cima al vulcano, ma il panorama più bello si vede anche senza salire in cima. Partiamo dunque da dietro il rifugio, dove scorre un torrente di acqua termale in cui troviamo questo simpatico uccello Trekking Brennisteinsalda nel Landmannalaugar: simpatico uccello a scaldarsi. C'è una breve salita da cui si osservano le tre strutture del luogo (rifugio, bagni e area gestori) con le tende sulla radura Trekking Brennisteinsalda nel Landmannalaugar: le tende sulla radura. Un luogo umido, fangoso e freddo, adatto solo ai campeggiatori più attrezzati. Vediamo subito il bellissimo paesaggio che ci aspetta Trekking Brennisteinsalda nel Landmannalaugar: il bellissimo paesaggio che ci aspetta, con il vulcano colorato in lontananza. Ma c'è molto altro.

Colate di ossidiana nera e liscia Trekking Brennisteinsalda nel Landmannalaugar: Colate di ossidiana nera e liscia, laghetti di scioglimento glaciale Trekking Brennisteinsalda nel Landmannalaugar: laghetti di scioglimento glaciale, pecore al pascolo Trekking Brennisteinsalda nel Landmannalaugar: pecore al pascolo in un tappeto di erba verde attraversato da vari torrenti Trekking Brennisteinsalda nel Landmannalaugar: tappeto di erba verde attraversato da vari torrenti. Ma dura solo alcune centinaia di metri, presto l'erba lascia il posto alla cenere vulcanica trasportata dai torrenti Trekking Brennisteinsalda nel Landmannalaugar: cenere vulcanica trasportata dai torrenti.

Iniziamo a salire sul vulcano e dall'alto il panorama si mostra nel suo insieme: sabbia, erba e lava tutto nella stessa valle Trekking Brennisteinsalda nel Landmannalaugar: sabbia, erba e lava tutto nella stessa valle. Salendo possiamo osservare i fianchi dei vulcani colorati Trekking Brennisteinsalda nel Landmannalaugar: i fianchi dei vulcani colorati. Non siamo molto in alto ma c'è comunque la neve, fa freddo e approfittiamo del terreno caldo per scaldarci un pò le mani Trekking Brennisteinsalda nel Landmannalaugar: terreno caldo per scaldarci un pò le mani! Il vulcano infatti è ancora attivo, più in basso ci sono delle fumarole Trekking Brennisteinsalda nel Landmannalaugar: fumarole, ma finalmente arriviamo di fronte ai colori del Brennisteinsalda Trekking Brennisteinsalda nel Landmannalaugar: colori del Brennisteinsalda.

Se ruotiamo la foto sembra di guardare un tappeto colorato Trekking Brennisteinsalda nel Landmannalaugar: un tappeto colorato o un campo fiorito Trekking Brennisteinsalda nel Landmannalaugar: un campo fiorito, ma in realtà siamo di fronte alla parete di un vulcano, per qualche strano gioco della natura ricoperto dai colori dell'arcobaleno.

Raggiungiamo la fumarola Trekking Brennisteinsalda nel Landmannalaugar: la fumarola, scattiamo qualche foto e chiudiamo il giro camminando lungo un fiume Trekking Brennisteinsalda nel Landmannalaugar: camminando lungo un fiume che scorre sotto una parete di colore verde Trekking Brennisteinsalda nel Landmannalaugar: una parete di colore verde! Nella foto si nota appena, ma vi garantisco che in questo tratto la montagna è verde scuro.

Dopo 7 km e circa 300 metri di dislivello, torniamo al campeggio dalla parte in cui si trovano i cavalli per i turisti.


5 1 1 1 1 1 Rating 5.00 (1 Vote)