Ricerca nel sito


Eccoci tornati. Dopo la grande delusione delle Case di Pietracannone, presentiamo un itinerario che ne rappresenta la naturale continuazione per chi voglia percorrerlo a piedi: la pineta della Cubanìa.
Si tratta di un percorso in quella che fino a qualche decennio addietro era ancora una tenuta privata, utilizzata per la raccolta della legna e probabilmente della resina di pino. I muretti a secco, i sistemi di canalizzazione dell'acqua piovana, l'ampiezza della stradina sterrata (adattissima ad essere percorsa in bici) rivelano che fino a poco tempo addietro la tenuta era curata da soggetti privati. Speriamo che si riesca a preservare l'integrità del tracciato anche negli anni futuri.

Foto della Pineta della Cubania

Il percorso presenta una interessante (ma impegnativa) variante verso un antico cratere spento: monte Rinatu. All'esterno si presenta come un monte quasi arido, ricoperto di terra rossa, ma al suo interno conserva un vero e proprio boschetto, visibile solo salendo in cima al cratere. Se siete dei camminatori instancabili, alla fine del sentiero potete provare a visitare i monti Sartorious o la grotta di Serracozzo

Se invece, dopo una lunga camminata, preferireste un tuffo in mare... allora abbiamo un posto anche per voi, anche se un pò lontano dall'Etna: le Cinque Terre, in Liguria.
Si tratta di 5 splendidi paesini, collegati tra loro da sentieri di ogni tipo. Noi abbiamo approfittato di un weekend di vacanza per tracciare il sentiero più facile, che è lungo 10 km e presenta comunque un dislivello di oltre 600 metri.
Buon divertimento!

Panorama delle cinque terre - Liguria
 
 

5 1 1 1 1 1 Rating 5.00 (3 Votes)

Login